fbpx

Directory Details

All in One Map :: Details

Online le date e le modalità di realizzazione delle prove di ammissione al corso di Restauratore dei beni culturali della Scuola di Botticino

MODULO ORIENTAMENTO

Lunedì, 29 Gennaio 2018 07:57

Il modulo di Orientamento al restauro ha l'obiettivo di facilitare una scelta consapevole attraverso la conoscenza delle problematiche, delle figura professionali, dei percorsi formativi, nonchè di verificare le proprie attitudini rispetto alle principali abilità operative.

CALENDARIO ORIENTAMENTO
28 e 29 Settembre 2021

Per partecipare occorre compilare l'apposita scheda Iscrizione Modulo ORIENTAMENTO. Le domande dovranno pervenire alla segreteria della Scuola entro il 25 settembre 2021; la scheda debitamente compilata e firmata dovrà essere inviata alla Scuola mediante scansione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Ai partecipanti alle prove è richiesto un contributo di euro € 80. Il contributo sarà versato indicando come causale "Modulo orientamento al restauro 2021": - tramite bonifico intestato a Fondazione ENAIP Lombardia – Via B. Luini, 5 Milano, IBAN IT93Z0569601600000016524X67 OPPURE - su conto corrente postale n°31470271 intestato a Fondazione Enaip Lombardia – Via B. Luini, 5 Milano all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il modulo di orientamento ha la seguente articolazione:
- presentazione del settore della conservazione e restauro, delle figure professionali che vi operano e dei percorsi formativi;
- introduzione agli aspetti metodologici e tecnici, storico-artistici e scientifici del restauro
- esercitazioni tecniche in simulazione di rimozione a bisturi, reintegrazione pittorica, rilievo grafico ed eventuale tessitura, relativamente ai tre indirizzi
-colloquio finale di restituzione e approfondimento relativo alle esercitazioni svolte
La frequenza al Modulo è vivamente consigliata quale autovalutazione a supporto della scelta consapevole per coloro che intendono iscriversi al corso per restauratore di beni culturali e preparazione propedeutica per coloro che intendono sostenere gli esami di ammissione ai corsi per Restauratore di beni culturali

LA SCUOLA

ISCRIZIONI 2021

CONTATTI 0302191122 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PROVE DI ACCESSO

Lunedì, 01 Gennaio 2018 07:36

CALENDARIO
5 - 6 - 7 - 8  Ottobre 2021


Il superamento della singola prova permette l'accesso a quella successiva.

1° Prova - Prova GRAFICA

FINALITA' - la prova valuta la naturale inclinazione a procedere con metodo, ordine e precisione; l’attitudine a operare una sintesi critica del manufatto proposto per mezzo di un tratto essenziale, nitido e opportunamente modulato teso a restituire la definizione volumetrica, le proporzioni e la particolare tecnica esecutiva in esame.
CONTENUTO per i percorsi PFP1, PFP2, PFP3 - il candidato dovrà eseguire la trasposizione grafica di insieme o parte di un manufatto proposto, a partire dalla riproduzione fotografica in bianco e nero formato A4.
Il disegno sarà eseguito in scala 1:1 a matita in grafite nera senza chiaroscuro. Per trasposizione grafica a tratto lineare si intende la sintesi critica del manufatto per mezzo di un tratto essenziale, nitido e opportunamente modulato, teso a restituire la definizione volumetrica, le proporzioni e la particolare tecnica esecutiva in esame. Per l’esecuzione della riproduzione in scala è ammesso la realizzazione di una griglia quadrettata eseguita in sede d’esame.
es_prova grafica
MATERIALI - ad ogni candidato in sede di esame saranno forniti: fogli da disegno su cui eseguire la trasposizione grafica, gomme da matita, matite, temperamatite.
Il candidato potrà portare solo squadre e righe. Non sono ammessi altri materiali, strumenti e attrezzi.
VALUTAZIONE - avverrà nell’osservazione dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
• la completezza della prova nei tempi previsti;
• la capacità di comprensione e di sintesi del manufatto
• la correttezza delle proporzioni e il rispetto dei volumi l’abilità manuale dimostrata nel tratto nitido, preciso e opportunamente modulato;
• la pulizia e l’integrità del foglio sul quale si esegue il lavoro.
TEMPO ASSEGNATO per lo svolgimento della prima prova : 6 ore - Il superamento della prova permette l’esecuzione della successiva

2° Prova - Test percettivo/visivo
FINALITA' - Il test è inteso ad appurare l’abilità manuale e la capacità percettiva del candidato.
CONTENUTO per i percorsi PFP1 e PFP2 - il candidato dovrà eseguire su singola tavoletta già predisposta di dimensioni 13 x 9 la fase finale di una stuccatura condotta con gesso e colla, realizzando la rasatura perfettamente a livello ottenendo una superficie il più possibile omogenea e levigata. La prova sarà condotta con l’ ausilio della carta abrasiva, del bisturi e dello stecchino di legno con tamponcini in cotone idrofilo. Il candidato effettuerà inoltre sulla medesima tavoletta la fedele riproduzione per colore e forma dei campioni di colore proposti su superficie bianca, utilizzando i colori acrilici.
es_provaPercettivoVisiva_PFP 1e2
MATERIALI - ad ogni candidato in sede di esame saranno forniti: 1 tavoletta per la prova, carta abrasiva, 1 bisturi metallico (manico n°3) con 2 lame (n°15) , 1 spatola piccola, l’impasto di stucco a base di gesso e colla, stecchini in legno, cotone idrofilo, tavolozze in carta, pennelli (1 piatto e 1 tondo), colori acrilici, contenitore per acqua. Non sono ammessi altri strumenti, attrezzi e materiali
VALUTAZIONE - avverrà sulla base dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
• la completezza della prova nei tempi previsti;
• l’abilità manuale nella realizzazione della stuccatura perfettamente a livello, ben levigata, e la precisione della linea di contatto tra la stuccatura e l’area circostante;
• la capacità di riproduzione delle campiture cromatiche proposte rispettando i margini della lacuna;
la sensibilità cromatica dimostrata nella similarità delle simulazioni rispetto ai campioni di colore proposti;
• la pulizia e l’integrità del supporto sul quale si esegue il lavoro.
CONTENUTO per il percorso PFP3 - il candidato dovrà eseguire su singolo telaio già predisposto un elaborato con tecnica ad arazzo. L’elaborato dovrà riprodurre esattamente il modello fornito, in scala 1:1 di dimensioni 10 X 10 cm scegliendo accuratamente i colori idonei tra la gamma dei filati proposti.
es_provaPercettivoVisiva_PFP 3
MATERIALI - ad ogni candidato in sede d’esame saranno forniti: telaio già predisposto, pinzette tiraago, forbici, aghi, matita, righello, filati.
VALUTAZIONE - avverrà sulla base dei risultati raggiunti in relazione ai seguenti criteri:
• la completezza della prova nei tempi previsti;
• l’abilità manuale e la precisione nella realizzazione della tecnica ad arazzo;
• la sensibilità cromatica dimostrata nella scelta dei filati delle simulazioni rispetto al campione proposto;
• la pulizia e l’ordine del piano di lavoro.
TEMPO ASSEGNATO - per lo svolgimento della seconda prova : 8 ore - Il superamento della prova permette di accedere alla successiva ed ultima prova

3° Prova - Prova orale
FINALITA' - La prova dovrà soprattutto appurare le conoscenze di base storico-artistiche, tecniche, scientifiche, attraverso la capacità di mettere in relazione i dati storico artistici con quelli tecnici e con le conoscenze di base delle scienze della natura (chimica, biologia, scienza della terra, fisica). Attesterà inoltre la conoscenza di base della lingua inglese e della lingua italiana (per i candidati stranieri).
Prova Orale_Indicazioni Bibliografiche
CONTENUTI - la prova consiste in un colloquio su:
1. lineamenti di storia dell’arte con riferimento all’Area di indirizzo prescelta,
2. lineamenti di storia delle tecniche di esecuzione dei manufatti e conoscenza di base dei materiali utilizzati;
3. nozioni elementari di chimica, fisica, biologia, scienze della terra;
4. nozioni di base di lingua inglese (comprensione di un testo scritto).

ISCRIZIONI

MODULO DI ORIENTAMENTO AL RESTAURO

LA SCUOLA

CONTATTI - 030/2191122 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Requisiti e modalità di iscrizione al corso quinquennale per Restauratore di Beni Culturali

 Si laureano presso la Scuola di restauro  i primi "nuovi" Restauratori.

CORSO QUINQUENNALE

DURATA
quinquennale

COMPETENZE ACQUISITE
Competenze tecniche finalizzate alla progettazione, al coordinamento e all’esecuzione degli interventi di restauro dei beni culturali per una corretta conservazione degli stessi, salvaguardandone il valore culturale (DM 86/2009).

INDIRIZZI
• Manufatti lapidei e derivati, superfici decorate dell’architettura (PFP1).
• Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile, manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee, manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti (PFP2).
• materiali e manufatti tessili e pelle (PFP3).

CERTIFICAZIONE RILASCIATA
Titolo abilitante alla professione equiparato alla Laurea Magistrale a ciclo unico - LMR/02 ai sensi del DM 87/2009

PIANO DEGLI STUDI

ISCRIZIONI 2021

PROVE DI ACCESSO 2021

ORIENTAMENTO AL RESTAURO 2021

 CONTATTI - 030/2191122 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tecnico del Restauro di Beni Culturali

Venerdì, 26 Gennaio 2018 16:08

CORSO TRIENNALE

DURATA
2700 ore

COMPETENZE ACQUISITE
Competenze tecniche finalizzate all’esecuzione degli interventi di restauro dei beni culturali sotto la direzione e il controllo del restauratore, con particolare riferimento a: studio e documentazione preliminare, organizzazione, gestione del laboratorio, esecuzione dell’intervento, documentazione intermedia e finale, movimentazione delle opere.

INDIRIZZI
• Dipinti su tela e opere lignee
• Superfici decorate dell’architettura, materiali lapidei e derivati
• Arazzi, tappeti e tessuti

CERTIFICAZIONE RILASCIATA
Attestato di competenze - Qualifica abilitante (DDUO RL n. 1228/09)

CONTATTI
030 2191122
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.enaipbeniculturali.it

Sede di Botticino

Giovedì, 15 Giugno 2017 08:51

Contattare la Scuola inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando il numero 030 2191122 
Seguiteci qui e sui nostri canali social

OPEN DAY ONLINE - 2021 - 15, 22, 27 settembre
ISCRIZIONI a.a. 2021/22

PROVE DI ACCESSO - 5/8 ottobre 2021

ORIENTAMENTO AL RESTAURO - 28/29 settembre 2021

Enaip Lombardia dà vita alla Scuola di Botticino nel 1974 con la collaborazione dell'Istituto Centrale del Restauro di Roma e della Regione Lombardia, per realizzare corsi e attività volti alla formazione qualificata di esperti nell'ambito della conservazione e del restauro.

La Scuola di Restauro dall'anno formativo 2022/23 sbarcherà a Milano. La Scuola di Restauro di Botticino fa oggi parte di Valore Italia, un Centro di formazione e ricerca promosso da Fondazione Enaip Lombardia e da Umana Forma del gruppo Umana, che è stato costituito con la forma giuridica dell’impresa sociale.
In questa visione di apertura internazionale Milano è il luogo migliore per realizzare tale prospettiva e allargare l’ambito di azione oltre che alle materie tradizionali del restauro, ai nuovi ambiti del contemporaneo, del design e dell’artigianato.
BROCHURE DI PRESENTAZIONE

La sede di Botticino è inoltre accreditata dalla Regione Lombardia sia per i Servizi di Istruzione e Formazione professionale (Sezione A), sia per i Servizi al Lavoro.
La Scuola realizza corsi di formazione superiore e di aggiornamento per restauratori, tecnici e operatori per i beni artistici e culturali, insieme a progetti ed interventi di conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio culturale diffuso, sotto il controllo delle Soprintendenze competenti.

Il catalogo dei prodotti/servizi prevede un’articolazione che comprende differenti livelli di offerta formativa: cuore delle attività sono i corsi di restauro:
- i corsi quinquennali per RESTAURATORE DI BENI CULTURALI a ciclo unico abilitante alla professione, che rilascia un titolo equiparato alla laurea magistrale (classe LMR/02);
- i corsi triennali post-diploma per TECNICO DEL RESTAURO di beni culturali.

Entrambi i corsi, articolati nei diversi indirizzi materici, sviluppano competenze tecniche e tecnologiche adeguate alla collocazione nel mercato del lavoro dei beni culturali e rilascianotitoli riconosciuti a livello nazionale.

La Scuola programma anche dei corsi di specializzazione annuali post diploma e post laurea, nonché moduli di aggiornamento/sviluppo professionale degli occupati (restauratori e operatori dei beni e dei servizi culturali) su competenze di natura tecnico-scientifica, nelle diverse aree quali conservazione, diagnostica, restauro, manutenzione e prevenzione, valorizzazione dei beni culturali.

RICONOSCIMENTI
1980 
riconosciuta come Scuola Regionale per la valorizzazione dei beni culturali
2006/09 
inserita tra i Centri di rilevanza regionale
2009/12 
iscritta all’Albo degli operatori del programma Lombardia Eccellente
2013 
accreditata da MIUR e MIBAC per la formazione del Restauratore di beni culturali